Intellivision World

 

Il mistero Brasiliano: alla ricerca del mito delle cartucce pirata

Sveliamo in esclusiva una perla rara per i collezionisti: la misteriosa Shockvision company, produttrice di cartucce che utilizzavano un inedito convertitore per collegarsi alla console.

Shockvision poteva riprodurre qualsiasi titolo per il convertitor
Lo Shock Adapter con una copia del gioco Loco-Motion
Le copie pirata dai giochi Q-Bert, Loco-Motion, Pinball e Popeye
L'interno dello Shock Adapter!

By Luiz Bonaccorsi
Traduzione e revisione di Valter Prette

La storia di Shockvision
La compagnia Shockvision è una delle tante piccole aziende che nacquero in Brasile per distribuire videogiochi negli anni 80.
La maggioranza di esse si rivolgeva alla piattaforma Atari, solo poche invece a Intellivision o Colecovision. Il motivo è dovuto all'ampia disponibilità di vari modelli di Atari sul mercato brasiliano.
Intellivision venne prodotto ufficialmente da Digiplay (una divisione di Sharp), che rese disponibili anche vari giochi ufficiali (già documentati sulla Official Guide).
Il Colecovision non venne invece rilasciato ufficialmente in Brasile (tranne una versione illegale chiamata Splicevision, introvabile) per cui non venne seguito dai produttori di copie pirata.

Lo Shock Adapter
Shockvision si distingue dagli altri per aver prodotto un convertitore per abbattere il prezzo delle cartucce: l'utente doveva prima acquistare il convertitore e poi poteva utilizzare convenientissime versioni dei giochi che si pluggavano su di esso.
Non esistono al momento informazioni tecniche su come questo prodotto venne realizzato.
Shockvision distribuì i suoi giochi anche negli store per il noleggio, e rese disponibili molti titoli non ufficiali.

Un racconto degli anni ottanta
Ho una storia personale da raccontare riguardo alla mia esperienza da collezionista su Shockvision, che spero renda l'idea di come funzionava il mercato in quel periodo.
All'inizio degli anni 80 ero un teenager di 14 anni. Venni a sapere delle cartucce Shockvision da un noleggiatore e venni in possesso di un listino comprendente titoli mai visti prima a Rio de Janeiro.
Un giorno ho deciso di non andare a scuola e di prendere invece il bus per San Paolo (500 chilometri di distanza), per riuscire ad avere questi giochi. Una volta giunto a San Paolo ho preso la metro seguendo le indicazioni datemi via telefono da una persona dell'azienda, e sono così riuscito a rintracciare la fabbrica Shockvision.
La fabbrica era in effetti una piccola stanza al secondo piano di un piccolo edificio. Erano praticamente tutti fuori per il pranzo, ma una volta raccontata la storia del mio viaggio avventuroso, ottenni da una persona il privilegio di veder realizzati sul momento le copie dei giochi che cercavo, espressamente per me! I giochi erano Treasure of Tarmin, Truckin', Nova Blast, Safecracker e altri che non ricordo. Non venivano dati box insieme a questi giochi e le istruzioni erano piccolo fogli con indicazioni dei comandi da usare.
Rientrato a casa mia alle 11 di sera, ho concluso quella che era una grande avventura per un ragazzo della mia età! I giorni successivi concessi ad un'altra ditta locale, chiamata Intelligame di copiare le rom dei miei giochi inediti a Rio.

Quanti giochi soo stati prodotti?
In conclusione, un'altra informazione preziosa per i collezionisti è sapere che Shockvision poteva riprodurre qualsiasi titolo per il convertitore, e a giudicare dai listini (ora dispersi) che avevo a disposizione, devono aver prodotto moltissimi giochi con quel sistema (al momento di pubblicare questo articolo, solo quattro cartucce sono riconosciute esistenti dalla Official Guide!).

 

Intellivision, Blue Sky Rangers e i marchi associati sono proprietà di Intellivision Productions, Inc. Intellivision Productions, Inc. detiene i diritti in esclusiva sui videogames per Intellivision pubblicati da Mattel Electronics, INTV Corp., Activision e Imagic. Per maggiori informazioni consulta la pagina relativa alle informazioni di Copyright.
Utilizzando questo sito web in qualunque modo si accettano le condizioni di utilizzo.
Click here for English Version