Intellivision World

 
Anni settanta
Nolan Bushnell, dopo aver presentato senza successo la prima macchina da videogiochi a gettone nel 1970, ci riprova nel 1972. La nuova macchina a gettone, commercializzata dalla sua nuova compagnia, la Atari, ottiene questa volta un successo immediato. Il videogioco Pong diventa così il primo vero esempio di fenomeno culturale destinato a lasciare un segno.
Nel segmento di mercato casalingo, Magnavox presenta nel 1972 la console Odissey (Videopac in Italia) con un moderato successo. Il successo arride invece alla Atari, che replica il successo di Pong commercializzando un apparecchio da collegare alla TV con il gioco Pong. Il successo negli U.S.A. è tale che gli utenti vengono messi in lista di attesa.
Nel 1977, Atari presenta quello che sarà il grande concorrente di Intellivision: Atari Video Computer System, noto come VCS 2600, è una console per videogiochi da casa basata su cartucce.
Nel dipartimento di Design e Sviluppo della Mattel Toys inizia a circolare l'idea di produrre un sistema per videogiochi. I responsabili Mattel sono tuttavia preoccupati per dover competere con Atari, forte del successo del VCS 2600. Mattel decide allora di muovere i primi passi nel mercato dell'intrattenimento elettronico commercializzando sotto il marchio Mattel Electronics, i primi giochi portatili. Questi giochi ebbero un grande successo, tanto che l'idea di un sistema per videogiochi cominciò a circolare nuovamente negli uffici Mattel.

Ad Hawthorne, in California, inizia la fase di progettazione della nuova console per videogiochi di Mattel. La programmazione del sistema operativo e dei giochi viene invece affidata alla APh Technological Consulting di Pasadena.

Il Master Component viene testato a Fresno, in California alla fine del 1979. Il sistema è accompagnato da 4 cartucce gioco: Poker & Blackjack, Math Fun, Armor Battle, Backgammon. L'eccellente risposta del pubblico consente alla Mattel di mettere in commercio ufficialmente negli Stati Uniti la console Intellivision all'inizio del 1980.

 

Intellivision, Blue Sky Rangers e i marchi associati sono proprietà di Intellivision Productions, Inc. Intellivision Productions, Inc. detiene i diritti in esclusiva sui videogames per Intellivision pubblicati da Mattel Electronics, INTV Corp., Activision e Imagic. Per maggiori informazioni consulta la pagina relativa alle informazioni di Copyright.
Utilizzando questo sito web in qualunque modo si accettano le condizioni di utilizzo.
Click here for English Version